Notizie su mercato immobiliare ed economia

The economist: i prezzi delle case in Italia superano del 12% il potere d'acquisto degli stipendi (grafici)

Autore: Redazione

I prezzi delle case in Italia dovrebbero scendere del 12% per aggiustarsi al reale potere d'acquisto degli stipendi. È quanto indica il prestigioso settimanale the economist, nel suo ultimo rapporto sul mercato immobiliare relativo al 2012

Come si misura l'equilibrio dei prezzi. Esistono due fattori

1. Price to rent. Si mette in relazione il prezzo medio dell'affitto con il prezzo medio dell'acquisto. In teoria, se i due fattori sono in equilibrio il rapporto è zero. Nel caso dell'Italia, the economist indica che il rapporto è addiruttura negativo, a meno 1, ma comunque prossimo allo zero. Si tratta di un valore che gli economisti usano come riferimento, ma presuppone un mercato che funziona in modo diverso da quello italiano, in cui la relazione tra proprietari e affittuari è decisamente sproporzionata verso i primi

2. Price to income. Si mette in relazione il prezzo di acquisto con gli stipendi medi. In questo caso vediamo come le case costino un 12% di troppo

Se volessimo fare una media tra i due valori, potremmo dire che l'eccesso sui prezzi è del 6%

 

I prezzi tuttavia sarebbero già diminuiti del 4% nel 2012 e dell'11,3% rispetto all'ultimo trimestre del 2007, che si considera a livello mondiale il culmine della curva crescente dei valori delle abitazioni in mezzo mondo. Il nostro paese viene indicato da the economist nel novero di quelli la cui la diminuzione dei prezzi si è accentuata l'anno scorso

I cali più drastici dell'ultimo quinquiennio sono però avvenuti in irlanda (-49,4%) e in spagna (-24,3%). Il paese iberico presenta inoltre il maggior crollo del 2012 (-9,3%)

In Italia, rispetto ad altri paesi, la discesa è cominciata leggermente più tardi, nel 3º trimestre 2008, come vediamo in questo grafico

Vediamo come è andata l'evoluzione dei prezzi dal 1975 ad oggi. L'Italia ha avuto due forti spinte espansive, in sintonia, pur con le dovute differenze con molti paesi avanzati. Nel secondo ciclo, nessuno ha però compiuto, in termini percentuali, la follia spagnola

Articolo visto su
Home truths (The economist)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Avanti cosi

0 0
Vote up!
Vote down!

Capito mattonari, c'è da calare ancora un po' i bragoni, forza fate quest'ultimo sforzo, siete veramente ridicoli con il vostro patetico celodurismo.

0 0
Vote up!
Vote down!

E ci serviva l'economist per questa banalità?

0 0
Vote up!
Vote down!

Ormai è una pioggia di brutte notizie giornaliere sul mattone.
Poveri mattonari... destinati a tornare a lavorare sodo e non a vivere di rendita.
Prima era così bello... per loro!

0 0
Vote up!
Vote down!

Ehmmm....che strano a sentire voi dovrebbero scendere del 50% /70% e invece??? Del 12%??? Uahaahahhahaahhahhhhhh

I mattonari che accetteranno di scendere del 12% non sono affatto disperati....

0 0
Vote up!
Vote down!

Il 12%??? ma questi credono che gli italiani sono tutti ricconi??? lo sanno che abbiamo gli stipendi più bassi (post tassazione) della UE??? i prezzi delle case nelle grandi città italiane sono almeno del doppio rispetto al potere d'acquisto... altro che 12%. Seeeeeeeeeee ancora dovranno scendere per far si che qualcuno si rimetta ad affacciarsi al mattone... che poi non si tiene conto dello stato degli immobili italiani, spesso fatiscenti e dell'epoca del boom (periodo 60'-80') quindi da ristrutturare a livello di impianti di palazzo che sono altri bei soldini da spendere oltre il valore dei vani! diciamoci la verità... gli altri ci sono come al solito arrivati prima di noi a capire che l'investimento nella casa non è proprio tutta sta genialata... ora che anche noi abbiamo giustamente messo la patrimonialina IMU tutti a capirlo!!! troppo tardi come sempre... quando l'Italia è troppo patrimonializzata per poter ripartire...

0 0
Vote up!
Vote down!

Credo proprio che a londra non abbiano ben chiaro quale sia la situazione in Italia

0 0
Vote up!
Vote down!

Prima dicevano il mattone non cala mai, poi che se calava lo faceva in periferia, poi al massimo del 5%, poi solol'usato, adesso ammettono il 12%..non male..se i fatti non coincidono con la realtà (immaginata) tanto peggio per i fatti.cit.

0 0
Vote up!
Vote down!

La casa è un bisogno primario ...motivo per cui, se non hai i soldi per comprare, te ne vai in affitto! a me, proprietario, conviene e a te, inquilino, serve! un bel deposito, le necessarie garanzie e.....hai una casa in cui vivere senza doverla acquistare! facile....no?

0 0
Vote up!
Vote down!

Come ogni statistica, richiede degli aggiustamenti; giusto un calo del 17-20% nelle estreme periferie, per poi scemare avvicinandosi al centro e al pregio che dovrebbe scendere di un 3-5%

0 0
Vote up!
Vote down!

Beh, il centro è inavvicinabile per certe fasce di acquirenti e immobili a basso prezzo già si trovano in certi quartieri dell'hinterland cittadino...quindi non capisco perchè chi cerca cali del 20% non va a vivere là
Altra cosa: se i prezzi delle case scendessero, tutti comprerebbero, e noi a chi affitteremmo le nostre?

0 0
Vote up!
Vote down!

Hai perfettamente ragione e fotografi semplicemente la realtà dei fatti. Ridicolo è chi ancora vaneggia diminuzioni generalizzate del trenta per cento. In realtà i prezzi stanno già lentamente andando verso un riequilibrio ragionevole, che ovviamente non sarà mai generalizzato ed identico ovunque.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mi piacerebbe conoscere dove si trova il pregio nei centri . Una presa per i fondelli . L'inglese non sa che da sempre il prezzo delle case è superiore agli stipendi , ma è evidente che loro guardano solo a monti e mantenuti dagli italiani . . In alcune città , ovvio non sto parlando del colosseo che fa schifo ai sassi , o del duomo di Milano , in piazza dormono solo i barboni , è evidente che nel centro storico , in quanto tale , hai voglia di tirare fuori soldi per ristrutturare , nemmeno se ti prostituisci riesci . Una fetta di extra comunitari, in genere neri , abitano il centro syorico , il resto vanno in una periferia ben conosciuta , dove nessun italiano andrebbe ad abitare , e in quel posto anche le ville bifamiliari hanno perso di valore e nessuno le vuole nemmeno regalate . Questa è la realtà

0 0
Vote up!
Vote down!

Il mercato immobiliare è all'80% di scambio quindi non potrà mai arrivare ad avere deprezzamenti superiori a certe cifre! vendereste scontando un 20% per poi ricomprare a prezzo pieno?

0 0
Vote up!
Vote down!

Come al solito, la statistica è come il pollo di trilussa. I "prezzi medi di vendita" comprendono gli attici nei centri storici delle grandi città e le casupole di sgurgola marsicana di sotto. Insomma, 'sto 12% non vuol dire un bel nulla se viene calato nella realtà del mercato. Perché a Roma - e non parlo di piazza di spagna, ma di onesti appartamenti di periferia - la distanza tra i redditi degli abitanti e i prezzi supera, ad occhio, il 40%. Questo scarto poteva essere digerito finché le banche hanno erogato mutui al limite del default (e infatti per molti acquirenti è andata così, vedi l'aumento vertiginoso dei pignoramenti immobiliari); ma adesso che le banche si sono "rinsavite" e concedono mutui col contagocce e per non più del 60% del valore dell'immobile (stimato da loro, ovviamente), la faccenda è più complessa. Il risultato sotto gli occhi di tutti è la paralisi totale del mercato e il pianto greco (ipocriti) dei palazzinari coi casermoni invenduti sul groppone (pagate, pagate l'imu...). che fare?
Che ne dite di un bel calo ulteriore del 25-30% dei prezzi? potrebbe bastare??

0 0
Vote up!
Vote down!

State tranquilli che i prezzi caleranno di ben oltre il 12%.
I prossimi due anni saranno quelli dove il mattone sarà colpito in maniera più incisiva,sia per le tasse in aumento,sia per la perdita continua del potere di acquisto della popolazione.
In più mettiamoci anche il fatto non sindacabile che la casa è l'unico bene tassabile che non può scappare all'estero e che dona un gettito sicuro ed imponente.
Se va bene ci sarà un -30% dai prezzi attuali (quindi circa un -50% dai prezzi toccati qualche anno fa).

0 0
Vote up!
Vote down!

Chi aspetta ribassi del 50%, è solo un pazzo che non ha il benché minimo contatto con la realtà. vi faccio 4 conti, da costruttore quale sono, cosi vi faccio capire che le case costano tanto perchè il 50% del loro costo, sono "tasse" e quindi aria che noi costruttori dobbiamo dare al comune ed ai professionsiti.
Allora partiamo, per costruire 200mq, ti servono circa 40.000 euro di oneri (significano 40.000 euro che dai al comune che ti da il permesso di costruire, tradotto, 40.000 euro buttati nel cesso), ora c'è il progetto, la sicurezza cantiere, il pos etc..etc... e ti partono altri 30.000 euro se ti va bene. Siamo arrivati a 70.000 euro e non abbiamo ancora messo giù un mattone, notate bene. Ok, ora si può partire a costruire che a noi costruttori in media costa circa 600 euro a metro quadrato, ripeto a noi costruttori, significa che con quei 600 euro ci vai a pari con spese per materiali e dipendenti e tasse varie, tradotto 600x200=120.000 che sommati ai 70 di prima fanno 190.000 euro. Il terreno a voi lo regalano ?? Buon per voi, a noi invece lo fanno pagare al metro cubo, circa 200 euro per la periferia, quindi per 200mq che sono 600metri cubi, sono altri 120.000 euro che sommati ai 190.000, fanno la bellezza diiiiiiii ???310.000 euro. Ed il notaio a voi lo regalano ??? Bene, a noi no, e siccome l'iva è del 10% avremo 12.000 euro di tasse (su 120.000 di valore di vendita) + 5.000 euro di parcella + 5000 euro di spese mutuo, ovvero, ai 310.000 aggiungiamoci sti altri 22.000 ed arriviamo a 333.000. Ora, se non ci sono stati imprevisti, possiamo vendere i nostri 200 mq di appartamenti !!! Ed ora ditemi fenomeni dell'economia, a quando dovremmo vendere al metro quadrato secondo voi, tenendo conto che una costruzione del genere impegna la tua azienda per almeno 6 mesi dal momento in cui ti danno il permesso di costruire ??? vendiamo a 1.000 euro a metro quadrato quando a noi ci costa circa 1.500 tra un cosa e l'altra ??? prima di aprire la bocca e dare colpe e a qualcuno, almeno studiate un pò come funziona una cosa, informatevi circa gli elementi che compongono quella cosa, ragionate (so che per voi è difficile) ed infine cercate di capire. Ricucci, ligresti & company, non sono costruttori sono speculatori finanziari che usano il mercato edilizio per i loro scopi, e voi avete nelle vostre teste bacate l'immagine di noi costruttori come se fossimo quella gente la. Noi costruttori siamo una cosa, ligresti, ricucci & company sono tutto fuorchè costruttori e sinceramente ci sentiamo anche piuttosto offesi ad essere paragonati a gente che per fare soldi, passerebbe sul corpo della propria madre ancora viva !!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Caro palazzinaro, il punto (e lo sai molto bene) è che nelle città le nuove costruzioni (che, per inciso, in genere fanno pena e sorgono in mezzo al nulla, senza collegamenti e senza servizi) non le metti in vendita a 1.000 euro/mq, bensì a 5.000 euro/mq. Come guadagno non c'è male, vero? se questo fosse un prezzo conforme al mercato, tutto l'invenduto sarebbe stato smaltito. La realtà è che a quel prezzo le case non le vuole più nessuno, punto. Quindi, supponendo pure che tu abbia speso 1.500 euro/mq per costruire (ne dubito, perché i materiali fanno schifo e metà degli operai sono stranieri al nero pagati due lire, vergogna), un buon 20% di guadagno dovrebbe bastare, no? e allora, 1.500 + 20% = 1.800 al mq, e non 5.000 come vedo a Roma.
Vedi che lo spazio per calare c'è, razza di squalo profittatore???

0 0
Vote up!
Vote down!

Pensate che chi costruisce case sia un ente benefico? 1800 euro al mq? andate a vivere a tunisi....
O restate in affitto senza pretendere che il mercato si adegui a chi ha le tasche vuote

0 0
Vote up!
Vote down!

Appunto pezzo di somaro, è il mercato! è il dio mercato che fa il prezzo, oppure a scuola non te l'hanno insegnato? ah già, tu la scuola l'hai mollata dopo la prima media...

La legge della domanda e dell'offerta ti dice qualcosa??

Ente benefico... se veramente un bel pezzo di m**a!
Mangiati i tuoi mattoni invenduti e buon appetito!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Non ho mattoni invenduti pechè li affitto
A gente di tutte le razze e religioni, vedi che faccio del bene?
Senza di me chi non ha mezzi per comprare mi sai dire dove vivrebbe? eh, pezzo di somaro? (che sei donna ci credi solo tu....)

La legge della domanda e dell'offerta non è detto che debba per forza incontrarsi quando una delle due parti pretende beneficenza...

0 0
Vote up!
Vote down!

Beneficenza? dopo aumenti del 120%, un calo del 30% sarebbe "fare beneficenza"? ma non avete guadagnato abbastanza? non avete lucrato abbastanza, banche incluse, sulla stupidità della gente? (il campionario era: "le case non perdono mai valore"; "tanto un mutuo passa presto e poi costa poco"; "l'ici sulla prima casa non la rimetteranno più" e altre amenità). l'economia ha dei cicli, lo hai imparato in quinta elementare? che i beni possano attraversare una fase ribassista, incluso gli immobili, ne hai vagamente idea? che la finanza ha mollato gli immobili e ora si dedica alla speculazione sui titoli sovrani, lo sai? (fatti spiegare cosa significa, capisco che per te è molto ostico).

Per concludere: non capisco perché dovrei essere uomo. Perché conosco l'economia - laurea in economia internazionale e vent'anni di gestione di bilancio possono bastare? perché rispondo? perché non mi faccio prendere per il culo dagli ignoranti come te? ma che razza di idea hai delle donne? basta questo a far capire che esemplare sei...

0 0
Vote up!
Vote down!

Per me, da come scrivi, sei un uomo e puoi raccontare di tutto e di più....pure di essere obama
Ma non puoi pretendere di essere creduto!

Non vendo, affitto
Per questo motivo mi ritengo un benefattore
Visto che garantisco un tetto a chi non ha mezzi sufficenti per comprare al prezzo di mercato

Tasse e più tasse e ancora tasse? affittare immobili conviene sempre!

0 0
Vote up!
Vote down!

Questa è interessante. E come accidenti scrivono le donne, di grazia? oppure: di cosa scrivono le donne? di trucco? di colf? di profumi e balocchi? di cucina?
Poveri noi, che paese....

0 0
Vote up!
Vote down!

Francesco scrive:subito dopo aver sctirto quel post, sono uscito col motorino, sono caduto e mi sono fratturato la punta del perone. E ora sono ingessato, non lavoro, non posso guidare.Cosec cerco di studiare e fare esercizi spirituali, come dice Hadot.Francesco

0 0
Vote up!
Vote down!

Gli oneri di urbanizzazione SPESSO sono contrattati. Alcuni comuni azzerano!!!! gli oneri primari per costruzioni in classe a. Normalmente i costi di urbanizzazione si aggirano intorno a 30-60 €/mq (costruito!) e senza badare se su quel metro quadrato insiste un piano, due o tre piani di costruzione!!!
Lei signor costruttore ha parlato di costi terreno a mc (metro cubo). Mi risulta che in Italia si vend a mq (metro quadrato). Naturalmente poi ci sono gli indici di edificabilità. ma diversi comuni (e le loro regioni) hanno esteso normativamente gli indici. Inoltre spesso applicano la regola do ut des (prestazione servizi al posto del pagamento in denaro) quando non addirittura fanno a permuta di terreno 'equivalente'. E guarda caso di ciò i costruttori spesso non ne parlano.
In ogni caso se fossero veri i dati dal costruttore comunque le abitazioni dovrebbero essere poste in vendita a cifre ragionevoli tra 900 e 1600 €/mq (parliamo di casaclasse a+ et simili e uso di materiali non tossico-nocivi, etc. Etc.). Sia chiaro che nel costo dichiarato c'è già il guadagno del costruttore. Altro discorso se poi la stessa persona fisica è prima proprietario del terreno che vende ad una società di valorizzazione che poi vende ad un costruttore che poi vende ad una societa che esercita la vendita degli immobili stessi. E se poi si scoprisse che la stessa persona fisica ha voce in capitolo in tutte le societa? sia chiaro tutto legittimo secondo la legge ma 'economicamente' un mostro. Che fa lievitare i prezzi; ma come diceva qualcuno se viene il terremoto e distrugge la casa poi il pil aumenta perché la casa viene ricostruita. Ma io dico e chi ci ha lasciato le penne? quanto pil vale? mi sembra che i signori del mattone facciano ragionamenti simili.

0 0
Vote up!
Vote down!

Finalmente un commento serio da parte di una persona COMPETENTE che conosce la materia (PS: non sono un costruttore!!)

0 0
Vote up!
Vote down!

A Milano vendono i cessi a 4000 al mq....quando semicentro Sara' a 2000/2500 al mq significhera' che l'Italia e' tornata a prezzi ragionevoli.

0 0
Vote up!
Vote down!

L'Italia non tornerà a prezzi ragionevoli perchè tutto è aumentato e continua a farlo
Chi non può comprare vada in affitto almeno da la possibilità, a chi ha mezzi, di investire
Nel mattone per farvi avere un tetto sulla testa

0 0
Vote up!
Vote down!

Non capisco tutta quella gente che vuole per forza avere una casa di proprietà e poi scrive che nei prossimi anni saranno tasse su tasse per l'immobiliare! è illogico no? visto lo scenario catastrofico che prevedete ...perchè non restate in affitto? cosa pensate convenga di più ai proprietari di immobili: vendere con il 30% di sconto o affittarvi le case?
Quel che succederà, se comprano in pochi, sarà un aumento dei canoni di locazioni e delle garanzie/depositi richiesti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Non capisco tutta quella gente che vuole per forza avere una casa di proprietà e poi scrive che nei prossimi anni saranno tasse su tasse per l'immobiliare! è illogico no? visto lo scenario catastrofico che prevedete . È altrettanto illogico continuare a mantenere prezzi da bolla e continuare ad accusare loro che, soldi alla mano, stanno a guardare di essere dei morti di fame, pezzenti, senza una lira e senza un tetto. Quel che succederà, se comprano in pochi, sarà un aumento dei canoni di locazioni e delle garanzie/depositi richiesti. Quello che succederà è che, visto il futuro nero che attende l'Italia, molta gente continuerà ad emigrare, le loro case andranno ad aggiungersi a quelle già in vendita, i canoni d'affitto continueranno a diminuire come del resto stanno già facendo da tempo (http://affaritaliani.libero.it/economia/mercato-affitti-italia191112.html). se inoltre nella malaugurata ipotesi si deciderà di togliere l'imu sulla prima casa, a chi ne possederà più di una resterà solamente da farsi il segno della croce... altro che garanzie, depositi e sogni vari.

0 0
Vote up!
Vote down!

Prezzi da bolla? bene, non comprate e restate in affitto
Il mercato è quello che è e chi non si adegua non compra
Aspettate cali del 20/30%? bene, aspettateli...
+ Tasse? bene, non credo sia un problema vostro

Se offerta e domanda non si incontrano le cose possono benissimo restare così

0 0
Vote up!
Vote down!

Ah guarda! io sono contentissimo se restano così, almeno non devo neanche pormi nella condizione di valutare o meno l'acquisto di una casa, ragionavo solamente su cosa avverrà sulla base di quello che già sta avvenendo.
Questo normalmente dà abbastanza fastidio a chi non ha argomenti validi... non puoi immaginare cosa mi hanno scritto quando ho elencato tutti i motivi (tra l'altro pubblicati da idealista) per i quali, secondo me, le previsioni per il futuro non possono essere rosee (inclusa l'emigrazone dei giovani preparati).
Ma si sà, la verità non è sempre ben accetta e quando un ragionamento che ha una sua logica riesce a penetrare la corazza di illusione che qualcuno si è costruita con l'autoconvincimento, la rabbia dovuta alla mancanza di argomenti sfocia nell'unico modo in cui potrebbe sfociare da parte di certa gente: la volgarità

0 0
Vote up!
Vote down!

idealista è al soldo delle agenzie immobiliari, che rischiano la chiusura se non hanno un certo volume di vendita,
Pertanto pubblica articoli "di parte"

Tutte le altre "chiacchiere" avrebbero il vano scopo di convincere chi vende ad andare incontro al portafoglio di
Certi pseudo compratori

Pensa ciò che vuoi sul mercato immobiliare ma accetta il punto di vista di chi pensa esattamente il contrario

0 0
Vote up!
Vote down!

Caro mio, la lungimiranza non è il solo ingrediente per fare una scelta di successo, ma è comunque buona parte di esso.
"Avere un pensiero del mercato immobiliare" senza cercare di porsi delle domande sulle conseguenze di determinati comportamenti su tutto ciò che ruota intorno ad esso e grazie al quale il mercato vive, non ha alcun significato.
Per quanto mi riguarda cerco sempre di fare dei ragionamenti logici mettendo insieme tutte le informazioni di cui vengo a conoscenza sia direttamente, sia tramite i mezzi di informazione.
Sarei ben contento di trovare qualcuno che abbia voglia di confrontarsi ma quasi sempre il ricorso alla volgarità mi è sembrato l'unica risposta che ho ottenuto. Non mi sembra quindi di dover essere io ad imparare ad accettare il punto di vista degli altri

0 0
Vote up!
Vote down!

La cosa incredibile è che molti su questo blog non si rendono conto che parecchie delle persone che attendono un calo dei prezzi non sono assolutamente dei morti di fame o dei "senzatetto"....tutt'altro!!!!!!
Anzi,molti sono già proprietari di una o più case (io sono proprietario della prima casa,avendo venduto anni fa le altre due) e attendono che i prezzi scendano ulteriormente per acquistare.
Se poi ,per assurdo,i prezzi non crollassero io non acquisterò di certo altre abitazioni con le tasse che ci sono.
Acquisterò solo ed esclusivamente se il prezzo sarà ridicolo o quasi in modo da ammortizzare le tasse tipo imu tarsu e i costi di gestione altissimi di un'abitazione.
Insomma,per farla breve,i prezzi crollano? si acquista a man bassa
I prezzi non crollano? mi godo i soldi in altro modo.

0 0
Vote up!
Vote down!

Pienamente d'accordo con te,ma ci sono molti,troppi ignoranti che pensano che chi attende prezzi più bassi siano solo persone che non hanno una casa...ridicolo.......
Ma proprio questa sarà uno dei motivi per i quali gli immobili crolleranno anche più di quello che ci si aspetterebbe,e cioè ci sono molte persone con del cash pronto,ma solo e ripeto s-o-l-o se i prezzi si inabissano,altrimenti teneteveli e non metteteli in vendita come fanno coloro che ne hanno già ed attendono prezzi migliori per acquistarne altri!

0 0
Vote up!
Vote down!

Si, che tu hai il cash pronto si capisce da come scrivi....................................
Vai a prenderti un caffè sotto casa, dove vivi in affitto, con il tuo cash.....

0 0
Vote up!
Vote down!

Quanto sei ignorante.....................non sai con chi parli e presumi con il tuo piccolo cervellino di saperlo,sei davvero patetico.
Ci sono persone che hanno venduto immobili ed hanno acquistato altri beni che si sono rivalutati alla grande in questi 10 anni e ora potrebbero incominciare a riacquistare immobili ,ma solo se questi scendessero di molto...ti pare così strano che ci sia qualcuno che non ha mai creduto alla balla degli immobili che non scendono mai e ne ha approffittato per disfarsene per poi riacquistarli quando questi fossero scesi come sta accadendo ora????? ti sembra davvero così strano???????
A te questo rode ma è così e ti assicuro che costoro (me incluso) non acquisterà mai se i prezzi non scendono minimo del 30%,non abbiamo bisogno di una casa per vivere,l'acquisto di una nuova abitazione sarebbe esclusivamente legato al prezzo scontatissimo,questo a te non piace ma è così!
Tu non hai bisogno di vendere? bene, non farlo, ma non andare ad inquinare i blog con la tua arroganza e supposta saccenza che fai solo ridere e aiuti il verificarsi(crollo dei prezzi) esclusivamente dell'opposto che ti prefiggi (vendita a prezzi sopravvalutati)

0 0
Vote up!
Vote down!

Qui dentro mi diverto a leggere "che si dice in giro" e stop
A me che i prezzi scendono, salgono, crollano ecc.... non me ne importa nulla

0 0
Vote up!
Vote down!

A prescindere se si venda, si debba acquistare o...nessuna delle due
Questo posto è divertente

0 0
Vote up!
Vote down!

Aldilà di tutte le polemiche che leggo...preferisco pagare 20 anni di mutuo e lasciare qualcosa di concreto ai miei figli piuttosto che pagare l'affitto tutta la vita e non lasciargli nulla! non illudiamoci con questi prezzi che scendono però...

0 0
Vote up!
Vote down!

Pensate che chi costruisce case sia un ente benefico? 1800 euro al mq? andate a vivere a tunisi.... ma come? in questo sito siamo costretti a subire lezioni di economia tenute da qualche pseudo costruttore che ci dice che a lui costruire una casa costa anche 3.500 euro/mq quindi le case al di sotto del prezzo di costruzione al quale va sommato il meritato guadagno del 20%, non possono essere vendute. Ora viene fuori che noi dobbiamo andare a vivere a tunisi perché è fuori logica che le case possano essere vendute a 1.800 euro/mq, ma è normale che, se sono costate 1.500 euro al metro quadrato, debbano essere vendute a 5.000 (con un guadagno del 233%!) questa è speculazione perché se non lo sai, caro mio, ogni onesto cittadino (categoria della quale non fanno di certo parte i costruttori) paga le tasse per avere dei servizi e in ogni paese normale, degno di essere definito tale, a chi per sua sfortuna non ha avuto la possibilità di comprarsi una casa in una determinata zona, dovrebbe essere data la possibilità di un alloggio popolare mentre in Italia tanti si sono visti costretti a pagare 60 mq in vomitevoli quartieri come quelli costruiti intorno a Roma in aree sottratte all'edilizia popolare dai vari palazzinari romani, 300.000 euro ed oltre, cercando di giustificare la rapina con qualche palma di plastica al ventesimo piano del palazzo o con una stampa di una famiglia felice col bambino che gioca felice in un parco che nella migliore delle ipotesi rimarrà incompiuto, pieno di erbacce, escrementi di cane e siringhe. Pensi che chi si è guadagnato onestamente i suoi soldi sia disposto a fare beneficenza? io credo che sia opportuno che questi personaggi comincino a cercarsi un lavoro serio ed onesto confrontandosi con le difficoltà del momento almeno... si rendono conto di cosa caxxo stanno parlando!

0 0
Vote up!
Vote down!

È cominciato il teatro del solito "personaggio" che scrive usando vari nick.....
E pretende di essere convincente...

0 0
Vote up!
Vote down!

Ed anche oggi il circo...
Proprietari di appartamenti che affittano solo a chi paga in anticipo almeno due anni di affitto, gestori di hedge fund, ricchi ereditieri, imprenditori...
idealista dovrebbe far pagare qualcosa per questo spettacolo

0 0
Vote up!
Vote down!

Bene rimaniamo in affitto e quando non riusciremo piu a pagare ci si vede in tribunale,con lo stipendio ridotto Sara difficile rifarvi del perduto, che con 800,00 euro di busta paga mi tolgono 1/5 se ci riescono perche la mia busta porta quell'importo ma nella realtà sono 4 mesi che non si vede lo stipendio,senza contare che con 2 figli piccoli ....be credo che prima che mi buttano fuori i bimbi saranno maggiorenni ed io ho vissuto alle spalle del mattonaro.....noooooooooo....non è cosi che deve andare,con rispetto per i mattonari ci sono anche quelli che hanno fatto un sacrificio e hanno una seconda casa che mi hanno affittato che capiscono la mia situazione ma prima o poi devono a loro volta difendersi dall'attacco imu e tante altre cose,i mattonari speculativi che vanno a spendere soldi per i loro capricci non lo capiranno mai e i costruttori che ci dicono con le loro ragioni che non possono abbassare i prezzi allora non costruite,non comprate terreni,non pagate tasse, ma anche noi destinati a rimanere in affitto abbiamo una dignità e di essere senzatetto come dicono molti mattonari non è di certo piacevole e se non ci fossimo noi??????morto un papa se ne fa un altro ma dopo lo sterminio vorrei vedere a chi affittate o vendete......siete tutti gentili e avidi e quando ci si trova su un letto di ospedale diventate tutti benefattori.....

0 0
Vote up!
Vote down!

Fai bene a scrivere queste cose così prima di affittare un appartamento studieremo a tavolino le garanzie da richiedere
Del resto non avete alternative; se volete un tetto sopra la testa dovete accettare ogni condizione...
In alternativa: panchine dei parchi pubblici o sale d'attesa delle stazioni

0 0
Vote up!
Vote down!

La statistica del giornale e' valida per un paese normale, non per l'Italia. In un contesto deflattivo come il nostro i prezzi devono scendere ancora per un bel po' , (diciamo un bel 30-40 % dagli attuali) il perche' e' presto detto: i nuovi contratti degli assunti sono al ribasso , e sono quelli che potenzialmente fanno mutui e comprano. Non vorrete mica che su 1200 euro paghino 800 di rata vero? quindi , se non aumenta il salario/busta paga deve scendere il prezzo dell'abitazione, e questo che piaccia o non piaccia. Scordatevi i prezzi del 2006 , immobiliaristi, non li rivedrete piu' , insieme ai margini, neanche se viveste altri 2000 anni..........

0 0
Vote up!
Vote down!

A parte gli articoli di idealista, dove sta scritto che uno che prende 1200 euro al mese deve comprare casa?
Può benissimo vivere in casa dei genitori, cercarsi una stanza in affitto, dividere l'affitto di un appartamento
E coabitare con altre persone......e sono tutte soluzioni abitative alla sua portata basate sulla realtà dei fatti
E non su ciò che si vorrebbe. Gli italiani sono abituati male e vorrebbero avere tutto anche quando non hanno
Di che pagare...............

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche chi è pieno di soldi n-o-n v-u-o-l-e- acquistare se i prezzi non crollano!!!!!!
Questo è la verità che molti che vorrebbero vendere non vogliono accettare e che viene continuamente,invece,ribadita su questo e su altri blog!
Ve lo stanno spiegando ma non volete sentire perchè su questo non riuscite a replicare!
Solo un imbecille sprovveduto acquisterebbe ora!!!!! sia che sia miliardario sia che non abbia il becco di un quattrino!!!!!
I prezzi sono destinati a crollare proprio perchè chi ha i soldi non ha fretta e vuole comprare immobili a prezzi di saldo!!!!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!