Notizie su mercato immobiliare ed economia

Atmosfere londinesi a Roma: alla scoperta di un piccolo gioiello risalente al 1910

Autori: @stefania giudice, luis manzano

Un piccolo angolo di città dall’atmosfera tipicamente inglese. Per scovarlo basta recarsi nel cuore del quartiere Flaminio, a Roma. E’ lì che si può scoprire la “Piccola Londra”, di cui nel 2016 ha parlato anche il Times.

Ma qual è la storia di questo angolo di Inghilterra che sorge tra viale del Vignola e via Flaminia? Per rispondere a questa domanda idealista/news ha interpellato Fabrizio Falconi, giornalista e scrittore, con il quale ha intrapreso un viaggio all’indietro nel tempo per andare a scoprire le origini di questo piccolo gioiello.

“L’architetto che ha progettato il quartiere – ha raccontato Falconi – era un marchigiano nato a Jesi nel 1878 e si chiamava Quadrio Pirani”. Ma perché ispirarsi a Londra? Presto detto. “Si è ispirato a Londra – ha sottolineato Falconi – perché in quel periodo, il quartiere risale al 1910, il sindaco di Roma era un inglese, Ernesto Nathan”.

Il giornalista ha quindi spiegato: “Bisogna considerare il fatto che in quegli anni si stava uscendo da lunghi secoli di Roma Pontificia, in cui la città era rimasta rinchiusa dentro le sue mura, le sue abitudini, le sue architetture. Dopo l’Unità d’Italia, invece, finalmente Roma conosce un’espansione cosmopolita. Ci si ispira alle altre grandi metropoli europee. In questo caso, il sindaco era inglese e quindi Quadrio Pirani pensò bene di riprodurre in piccolo un’area londinese”.

Una porzione di città destinata agli amministratori che venivano a lavorare a Roma. Falconi ha raccontato che “nei primi anni del Novecento la popolazione di Roma stava aumentando molto, questo perché la città era tornata ad essere una capitale importante, c’era molta animazione culturale e questi quartieri venivano destinati alle nuove popolazioni che vi arrivavano”.

Proprio nei primi del Novecento sono stati creati a Roma quartieri tematici, come ad esempio il Coppedè realizzato nel 1914 e la Città Giardino Aniene realizzata nel 1920.

La “Piccola Londra” rappresenta davvero una perla all’interno del quartiere Flaminio, un luogo in cui il tempo sembra essersi fermato e in cui è possibile respirare le più classiche atmosfere londinesi.