Notizie su mercato immobiliare ed economia

Patrimoniale sulle case all'estero: ma è legale?

Autore: Redazione

La nuova imposta sugli immobili posseduti all'estero, sempre che i proprietari siano residenti in Italia, è appena arrivata ma già solleva forti dubbi. Il primo, e non si tratta di una sciocchezza, riguarda la sua stessa natura legale. Si può infatti chiedere a un proprietario di pagare un'imposta per cui già ne paga un'altra nel paese in cui si trova l'immobile?

Altra questione. Questo tipo di imposta normalmente serve per supportare i servizi comunali, come strade, illuminazione, trasporti ecc. Quindi, perché pagare in Italia un imposta su una casa a parigi, londra o miami? cosa riceve a cambio dallo stato italiano a cui la versa?

In terzo luogo, perché applicarlo sul prezzo che figura nell'atto di vendita? una casa comprata 20 anni fa pagherebbe meno, di una comprata nel 2008, magari in spagna, in piena bolla

E ancora, un immobile all'estero che produce un reddito, per esempio da locazione, questo viene già tassato a fini irpef

E per ultimo, sempre della serie, chi è già tassato sarà tartassato, il resto continuerà a non pagare nulla, chi può intesterà l'immobile a una società con sede legale nel paese in cui trova e il gioco è fatto

Articolo visto su
(Il sole 24 ore)