Notizie su mercato immobiliare ed economia

Tarsu, riduzione del 40% sulla tassa rifiuti se c'è un disservizio "grave e protratto"

fonte: Daniel Lobo, Flickr cc
fonte: Daniel Lobo, Flickr cc
Autore: Redazione

Chi subisce un disservizio protatto nel tempo, come nel caso di un'emergenza rifiuti, ha diritto a una riduzione fino al 40% della Tarsu dovuta al Comune. A stabilirlo è stata un'ordinanza della Corte di Cassazione, che sta già facendo discutere.

I giudici hanno accolto in parte il ricorso  di un albergo di Napoli, l'Hotel Britannique, contro una decisione della Commissione tributaria della Campania. Quest'ultima aveva ritenuto legittimo l'avviso di pagamento Tarsu 2008, notificato all'albergo per conto del Comune di Napoli.

Secondo la Corte di Cassazione, invece, si ha diritto a una riduzione del 40% per quei cittadini e quelle imprese che subiscono un disservizio "grave e protratto" e questo indipendentemente dalla responsabilità dell'amministrazione comunale.

L'ordinanza stabilisce che  la riduzione "non opera, infatti, quale risarcimento del danno da mancata raccolta dei rifiuti né, men che meno, quale 'sanzione' per l'amministrazione comunale inadempiente; bensì al diverso fine di ripristinare in costanza di una situazione patologica di grave disfunzione per difformità dalla disciplina regolamentare - un tendenziale equilibrio impositivo (entro la percentuale massima discrezionalmente individuata dal legislatore) tra l'ammontare della tassa comunque pretendibile e i costi generali del servizio nell'area municipale, ancorché significativamente alterato".