Notizie su mercato immobiliare ed economia

Mutui a tasso variabile, ecco di quanto aumenterà la rata nei prossimi mesi

foto: mconnors (morguefile.com cc)
Autore: Redazione

I calcoli li ha fatti confindustria, che è sempre più preoccupata per l'andamento dell'economia. Da fine anno chi ha un mutuo a tasso variabile pagherà in media 85 euro in più al mese. Ma il peggio deve arrivare, perché nel 2012 l'aumento sarà di 162 euro al mese in media. I tassi di interesse, quasi fermi per due anni, cominceranno presto ad aumentare e con essi l'euribor

Il rincaro dei prezzi energetici e l'aumento dei tassi d'interesse costeranno, quest'anno, 1.700 euro in più alle famiglie italiane. A stimarlo è il centro studi di confindustria nelle previsioni economiche. Secondo il csc, nel 2011 l'aumento dei prezzi energetici determina per le famiglie italiane 17,3 miliardi di euro di maggiori esborsi per l'acquisto di prodotti energetici: dai combustibili all'energia elettrica e gas per la casa

"Ogni famiglia, dunque, spenderà in media 681 euro all'anno in più per l'energia e ciò andrà a scapito degli altri consumi", osserva il csc. Ma anche le maggiori uscite familiari dovute all'aumento dei tassi d'interesse sono molto significative. Per le famiglie che hanno un mutuo a tasso variabile il csc stima un maggior costo di 85 euro per ogni rata mensile a fine 2011 e di 162 nel 2012, pari a 1.022 euro annui in più quest'anno e 1.945 il prossimo

Notizie correlate:

Mutui a tasso variabile, da luglio attenti all'euribor

Calcola la rata del mutuo con l'ipad o l'iphone

Come passare dal variabile al fisso con il decreto legge del governo

 

Articolo visto su
(Agenzia)