Notizie su mercato immobiliare ed economia

È giunta l'ora per dei mutui più convenienti?

Autore: andrea manfredi (collaboratore di idealista news)

La seconda ondata di prestiti dalla bce ha portato una liquidità per 530 miliardi di euro nelle casse delle banche. Lo spread scende. Sarà più facile ottenere mutui e prestiti?

Con la seconda asta di rifinanziamento a tre anni (ltro), il 29 febbraio scorso la banca centrale europea ha concesso alle banche un maxi-prestito per 530 miliardi di euro, a un tasso fisso agevolato dell'1%. Hanno usufruito dell'operazione 800 banche europee. L'Italia, nello specifico, ha ottenuto prestiti per un totale di 139 miliardi di euro lordi

Nella precedente asta di dicembre, le richieste di liquidità erano state pari quasi a 489,191 miliardi di euro e vi avevano preso parte 523 istituti bancari. Ciò che invece, a distanza di mesi, non ha subito variazioni, è l'obiettivo di una simile azione. A dicembre mario draghi, presidente della bce, aveva definito l'operazione maxi-prestito un ottimo strumento al fine di “evitare una crisi di liquidità”

Ora è intervenuto il viceministro dell'economia vittorio grilli: “lo scopo dell'operazione della bce è di dare liquidità al sistema” e “consentire alle banche e agli intermediari finanziari di prendere decisioni in modo corretto senza distorsioni e di farle continuare a operare normalmente nell'economia reale senza lo spettro della mancanza di liquidità che distorcerebbe il loro intervento”

Gli effetti positivi dell’operazione si sono immediatamente fatti sentire sul mercato, in particolare sugli indici dello spread che è sceso in picchiata, raggiungendo livelli minimi che non erano più stati toccati almeno dal mese di settembre. E anche le borse hanno subito registrato notevoli rialzi

Resta ora da capire quali saranno gli effetti sui consumatori. Se l’accesso al credito è diventato, negli ultimi mesi, un’impresa piuttosto difficile, complice la crisi di liquidità che aveva colpito le banche e la crisi economica generalizzata, in seguito a questa seconda iniezione di liquidità si attende ora una schiarita. Le banche hanno promesso che utilizzeranno i finanziamenti ricevuti dalla bce “per finanziare famiglie e imprese”, confermando l’impegno del mondo bancario per il rilancio dell’economia

E questo è anche la speranza di cittadini e imprese, che dopo mesi di difficoltà sperano di poter avere un più facile accesso a mutui e prestiti personali

Noi di idealista ti autiamo gratuitamente a
Calcolare la rata del mutuo
E a confrontare i
Migliori mutui sul mercato  
In ogni momento

 

Articolo visto su
(idealista.it/news)