Notizie su mercato immobiliare ed economia

Le più belle città costiere d'Italia

Le più belle città costiere d'Italia
Vista da Positano / Unsplash
Autore: Redazione

Sappiamo che l'estate 2020 potrebbe non essere come l'avevi programmata diversi mesi fa, e che quest'anno passare le vacanze in Italia sembra essere la decisione migliore... ecco perché, dalla Liguria alla Sicilia, ti abbiamo preparato una lista di 5 tra le più belle città costiere d’Italia!

Non avendo nulla da invidiare alle più belle spiagge del mondo, gli oltre 7500 km di costa del nostro Paese sono un richiamo irresistibile per tutti gli amanti del mare. 

Parti quindi alla scoperta di questi 5 gioielli della costa italiana!

1. Sestri Levante, Liguria

Sestri Levante, la città dei due mari
Sestri Levante, la città dei due mari / Wikimedia commons
Sestri Levante si trova in provincia di Genova, nel golfo del Tigullio, e venne ribattezzata “città dei due mari” dallo scrittore Hans Christian Andersen. Questo epiteto deriva dal fatto che il centro storico di Sestri Levante si affaccia su due baie, quella delle Favole e quella del Silenzio. Segesta, antico nome romano della città, merita di essere visitata e scoperta... te ne innamorerai!

Cosa visitare a Sestri Levante:

  • Le chiese: la chiesa di San Nicolò dell'Isola, costruita nel 1151, è l'edificio più antico della città. A pochi passi dal centro storico si trovano anche la basilica di Santa Maria di Nazareth e le chiese di San Pietro in Vincoli e dell'Immacolata Concezione.
  • Palazzo Fascie Rossi: facile da riconoscere grazie alla sua facciata rossastra e alla sua torre svettante. Questo edificio ospita la Biblioteca Civica e il museo archeologico Musel, che racconta la storia dei popoli che nei secoli hanno vissuto in questa cittadina.
  • Punta Manara: meta privilegiata per gli amanti delle camminate e del trekking. Puoi raggiungere questa località solo a piedi, grazie ad un percorso che comincia poco fuori città. La vista da qui è davvero incredibile, con il blu del mare del Tigullio e il verde delle colline circostanti: da cartolina!

Cosa mangiare a Sestri Levante:

  • Testaroli al pesto, dischi di pasta fatti con farina, acqua e sale e conditi con il pesto, la salsa tipica di questa terra. Questa pasta povera della tradizione viene preparata in dischi di terracotta rovente chiamati testi, da cui prende appunto il nome.
  • Bagnun di acciughe, una zuppa di acciughe tipica della zona, nella quale le protagoniste sono, ovviamente, le acciughe, insieme a pomodori, carote, cipolle, aglio, prezzemolo, origano, vino bianco ed olio di oliva. Per essere completo, questo piatto viene servito con le gallette del marinario oppure con delle fette di pane tostato fatto in casa!
  • Ciuppin, una zuppa di pesce ligure da leccarsi i baffi. Di origini povere, questo piatto veniva realizzato con tutti gli scarti del pesce, ma oggi viene preparato principalemente con del pesce bianco come dentice, gallinella, sarago ecc.

Dedica un weekend dell'estate 2020 a scoprire Sestri Levante e cerca la casa per le tue vacanze su Rentalia.

2. Ponza, Lazio

Ponza, un sogno ad occhi aperti
Ponza, un sogno ad occhi aperti / Deniz Fors/Unsplash
Tipicamente mediterranea, Ponza è una delle destinazioni estive preferite dagli italiani.
Quest'isola ti conquisterà con il suo mare incontaminato, con le sue calette romantiche (Cala Feola, Cala Felce e Chiaia di Luna per citarne qualcuna...) con i suoi archi naturali e faraglioni, e ovviamente con la deliziosa cucina locale. Ponza è quindi perfetta per trascorrere un fine settimana all'insegna del mare e perdendosi tra le piccole stradine acciottolate costellate da numerosi negozi di ogni genere dell'isola.

Cosa visitare a Ponza:

  • Grotte di Pilato: possono essere visitate solamente in barca. Si tratta di cunicoli, veri e proprii passaggi, scavati nel tufo e collegati da una piscina centrale; anticamente venivano utilizzati dai Romani per l’allevamento delle murene.
  • Via Pisacane: la via dello shopping! Fai un giro tra i negozi e le boutique dei brand più conosciuti, troverai anche numerosi ristorantini, negozi di souvenir, botteghe e laboratori di artisti ed artigiani locali.
  • Giardino Botanico: per conoscere la flora tipica dell’isola. Fiori, erbe e piante che puoi ammirare soltanto qui. Un vero gioiello a picco sul mare situato sulla Collina del Belvedere.

Cosa mangiare a Ponza:

  • Spaghetti con granchio fellone, un piatto dal sapore inconfondibile che profuma di mare. L'ingrediente principe è il granchio di scoglio, che viene soffritto con aglio, olio, pomodorini, prezzemolo e peperoncino, per creare un'ottima salsa che accompagnerà il tuo piatto di pasta.
  • Fiori di zucca fritti, piatto tipico della cucina laziale. Friabili e croccanti al punto giusto, con un gustoso segreto: un filante ripieno di mozzarella e acciughe.
  • Coniglio alla ponzese, ricetta tradizionale legata ai festeggiamenti per San Silverio, patrono dell'isola, che hanno luogo il 20 giugno. Niente panico però, potrai comunque assaggiare questo piatto tutto l'anno, dato che molti ristoranti dell'isola lo includono nei loro menù. Si tratta di un coniglio lasciato a marinare per un'intera notte con vino e rosmarino per poi essere rosolato in padella... delizioso!

Se pensi che le isole abbiano sempre una marcia in più, assapora la vita di mare che si fa in questo piccolo paradiso: cerca casa su Rentalia per la tua estate 2020 e perditi tra le meraviglie di Ponza.

3. Positano, Campania

Positano, gioiellino della Costiera Amalfitana
Positano, gioiellino della Costiera Amalfitana / Wikimedia commons
Senza dubbio una delle città più famose della Costiera Amalfitana, Positano è chiamata la città verticale, dato che sembra davvero sfidare le leggi di gravità con le sue case colorate strette l'una all’altra, che sembrano essere sempre sul punto di cadere in mare. Definita la Montecarlo italiana, ti conquisterà con i suoi scalini, gradoni, viuzze, terrazze, orti pensili, giardini e una vista panoramica senza paragoni sul Golfo di Napoli.

Cosa visitare a Positano:

  • Chiesa di Santa Maria Assunta: una bellissima chiesa con una cupola di piastrelle in maiolica gialle e verdi. All’interno potrai ammirare la celebre Madonna nera con bambino, oltre a diverse sculture e mosaici.
  • Sentiero degli dei: un sentiero panoramico che va da Positano ad Agerola. Una delle passeggiate più suggestive al mondo, molto frequentata dagli amanti del trekking. Una volta arrivato alla fine del sentiero potrai goderti una vista incredibile, che dal Cilento arriva fino a Capri.
  • Calette: salta in barca e fai un giro alla scoperta delle insenature più nascoste. Imperdibili le spiagge del Fornillo e di Marina Grande (raggiungibili anche a piedi), oltre a quelle di Arienzo (detta dei trecento gradini) e Laurito.

Cosa mangiare a Positano:

  • Scialatielli ai frutti di mare, una pasta all’uovo particolarmente porosa, tipica della zona, che viene servita con un sugo ai frutti di mare freschissimi.
  • Vermicelli di Positano, un piatto semplice ma che ha sempre un grande successo, soprattutto quando si utilizza il pomodoro fresco. La ricetta? Basta cucinare la pasta e far marinare ortaggi ed erbette. Perfetto per vegetariani e vegani, facile e davvero saporito.
  • Babarese, finalmente un dolce! Questa ricchissima sfoglia di babà ripiena di fragoline e panna montata è quello che ci vuole per terminare il tuo pranzo o la tua cena a Positano.

Se ti abbiamo convinto a visitare questa città sul mare mondana e modaiola, l'estate 2020 può essere il momento perfetto! Anche se a dire il vero è sempre un buon momento per visitare Positano... soprattutto prenotando un alloggio con Rentalia.

4. Polignano a Mare, Puglia

Polignano a Mare, borgo "nel blu dipinto di blu"
Polignano a Mare, borgo "nel blu dipinto di blu" / mariano-colombotto/Unsplash

Su uno sperone roccioso a strapiombo sul Mar Adriatico, in provincia di Bari, si trova Polignano a Mare. I motivi per visitare questa splendida cittadina pugliese sono tantissimi: il blu intenso del mare, le case bianche che brillano alla luce del sole, il centro storico con i suoi muri pieni di poesie, le stradine tra cui perdersi, i balconi pieni di fiori e gli odori della cucina tradizionale che si mescolano all’aria salmastra.

Cosa visitare a Polignano a Mare:

  • Lama Monachile: simbolo della città e sicuramente l'immagine più famosa di Polignano a Mare. Un vero must per tutti i turisti o gli amanti di Instagram. Due pareti di roccia a strapiombo che proteggono una piccola spiaggia. Potrebbe sembrare un luogo segreto, ma non lo è affatto! In estate la visitano tantissime persone: lato positivo? La meraviglia e la bellezza di questo posto ne fanno valere sempre la pena.
  • La statua di Domenico Modugno: la città ha eretto una statua in bronzo dedicata al celebre cantante italiano, nato proprio in questo borgo.
  • Grotte Marine: dal 2008 Polignano a Mare riceve tutti gli anni la Bandiera Blu e non c'è da stupirsi vista la bellezza delle sue grotte marine (più di 70). Ti ci vorrà una gita in barca per scoprire da vicino queste meraviglie naturali scavate dal mare e dal vento. Un'esperienza da vivere assolutamente!

Cosa mangiare a Polignano a Mare:

  • Caffè speciale, una deliziosa bevanda tipica della città, preparata con caffè, panna, amaretti, zucchero e scorza di limone, che viene servita in bicchierini di vetro.
  • Focaccia pugliese, l'immancabile! La classica focaccia tradizionale, soffice e profumata, realizzata con pasta di pane, pomodori ciliegini, aglio, origano e olio extravergine di oliva.
  • Spaghetti con sugo di polpo, un primo piatto tipico della regione, il cui sugo viene preparato con piccoli polipetti freschi, pomodori rossi e prezzemolo.

Se vuoi passare un weekend a Polignano a mare o vuoi soggiornare per qualche giorno a luglio o agosto 2020, cerca tra le case presenti su Rentalia.

5. Cefalù, Sicilia

Cefalù, città romantica 
Cefalù, città romantica  / Wikimedia commons
Dichiarato borgo Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO nel 2015, Cefalù è una piccola città in provincia di Palermo il cui mare è così limpido da sembrare una piscina.
Tra le viuzze del centro storico troverai il duomo e un piccolo porticciolo, mentre in uno dei tanti ristorantini potrai assaggiare le delizie tipiche siciliane.

Cosa visitare a Cefalù:

  • Cattedrale Normanna: è il monumento più noto di Cefalù, anch'esso dichiarato dal 2015 come Patrimonio dell’Umanità dall’UNESCO. Le sue origini sono tuttavia poco conosciute: una versione racconta che la sua costruzione fu voluta dal re di Sicilia Ruggero II nel 1131, come sfoggio della sua potenza al Papa e per convertire i numerosi islamici presenti nell'isola, mentre un'altra versione afferma che la costruzione fu un gesto di ringraziamento fatto dal re al Signore, per averlo miracolosamente salvato durante una pericolosa e violenta burrasca.
  • Corso Ruggero: la via principale della città che divide Cefalù in due metà esatte. Un lato è caratterizzato da stradine, viuzze, passaggi stretti ed archi, mentre nell’altro si trovano strade più ampie e spaziose.
  • Rocca di Cefalù: se ami camminare allora prendi il sentiero che ti condurrà in cima alla rocca. Durante la salita potrai vedere i resti del Tempio di Diana, risalente al IX secolo a.c. Nella parte vicina al Duomo, è stata costruita anche una croce in metallo di diversi metri di altezza, che di notte viene illuminata.

Cosa mangiare a Cefalù:

  • Sfincuini (Sfincione), una focaccia tradizionale farcita con pomodoro, salame piccante, caciocavallo, cipolla e acciughe.
  • Sardi a beccaficu (Sarde alla Beccafico), le sarde vengono arrotolate e farcite con un ripieno di uva passa, pangrattato, pinoli e prezzemolo. Solitamente vengono servite come antipasto o come secondo piatto.

Lasciati conquistare dalla bellezza di Cefalù e dalla sua pace e tranquillità: trascorri qui un fine settimana del tuo 2020 con Rentalia!