Notizie su mercato immobiliare ed economia

Londra, il nuovo sindaco pronto a costruire 80mila case all'anno, il 50% a prezzi accessibili

Autore: Redazione

La casa al centro del programma di lavoro del nuovo sindaco di Londra, Sadiq Khan, il primo musulmano di una capitale dell'Europa occidentale. Il primo cittadino laburista ha infatti promesso che farà costruire 80.000 nuove case all'anno, la metà delle quali offerte a prezzi accessibili.

Troppi i grattacieli e le residenze costruite per l'esclusivo appannaggio dei super ricchi, tanto che adesso, secondo il neo-sindaco è ora di pensare a costruire nuove case che anche i lodinesi "normali" possano permettersi. Ma non solo, i nuovi progetti residenziali dovranno essere offerti prima ai residenti e solo in seconda battuta agli stranieri. Il sindaco ha infatti criticato l'abitudine di vendere i nuovi progetti, come ad esempio gli appartamenti di Battersea Power Station, prima in Asia e solo dopo a Londra.

Dopo gli anni del conservatore Johnson, accusato di dare il via libera alla costruzione di troppi grattacieli, Khan sembra intenzionato ad usare il potere di concedere o negare permessi edilizi o di bloccare progetti in corso. Ha detto che non vuole utilizzare la "green belt", ovvero la zona verde intorno a Londra, che deve restare il "polmone della città"; ma che permetterà la costruzione di nuove case in altre zone pubbliche attualmente non utilizzate.

Molti vedono come non realistico il nuovo piano edilizio di Khan, considerando anche l'alto costo dei terreni a Londra. Il nuovo sindaco vuole impegnarsi anche nella costruzione di una "London living rent"; ovvero affitti controllati che non superino un terzo dello stipendio.