Notizie su mercato immobiliare ed economia

Assoimmobiliare: “Il Def contiene misure immobiliari importanti”

Gtres
Gtres
Autore: Redazione

Importanti misure per l’immobiliare. Così sono stati definiti da Paolo Crisafi, direttore generale di Assoimmobiliare, gli interventi contenuti dal Documento di Economia e Finanza (Def) varato dal Consiglio dei Ministri dell’8 aprile.

“Importanti misure per l’immobiliare”

Nel corso di una riunione del Comitato Normativo dell’Associazione, Crisafi ha fatto sapere: “Il Consiglio dei Ministri dell’8 aprile ha varato importanti misure interessanti l’immobiliare, all’interno del Def, e siamo in attesa che il Governo adotti entro il 18 aprile p.v. il decreto legislativo in materia di appalti recante disposizioni per l’attuazione delle direttive 2014/23/UE, 2014/24/UE e 2014/25/UE. In linea generale, anche il parlamento ha espresso parere favorevole al provvedimento segnalando l’apprezzamento per la celerità del governo nel riordinare complessivamente la disciplina vigente in materia di contratti pubblici di lavori, servizi e forniture”.

Crisafi ha poi aggiunto: “In tutti i pareri resi, Camera, Senato, Consiglio di Stato, si è tuttavia confermato il favore per la scelta del Governo del criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa quale criterio guida nell’aggiudicazione delle gare con l’auspicio che esso non sia vanificato da fughe elusive nel criterio del prezzo più basso. In particolare, il nuovo codice prevede che per la scelta del contraente, il criterio dell’offerta economicamente più vantaggiosa costituisca il criterio di aggiudicazione preferenziale, nonché obbligatorio in alcuni settori”.

C’è attenzione per l’industria immobiliare

Secondo Assoimmobiliare “l’industria immobiliare trova attenzione da parte delle istituzioni governative, parlamentari e tecniche”. Crisafi ha spiegato: “Anche all’interno del Def appena varato dal Consiglio dei Ministri sono riscontrabili temi di interesse della finanza, dei servizi e delle costruzioni, con misure per la valorizzazione del patrimonio immobiliare attraverso una collaborazione sempre più attiva tra Pubblico e Privato Qualificati”.

Aggiungendo: “Interventi sull’ immobiliare-edilizia scolastica, delle carceri, degli impianti sportivi, housing sociale, questi alcuni degli spunti presenti e per cui Assoimmobiliare ed Ance hanno collaborato in più occasioni. Proseguono la interlocuzioni dell’Associazione con i Soggetti compententi per effettuare una serie di perfezionamenti normativi relativamente al mondo dei servizi e della finanza immobiliare sia a costo zero sia con necessità di copertura finanziaria (ma in questo caso con ampi recuperi all’attuazione delle norme traino di interesse). Importanti a tal fine, tra gli interventi interpretativi, quelli in materia di limiti degli investimenti degli enti previdenziali e quelli sui valutatori ed esperti indipendenti per cui esiste un ordine del giorno parlamentare che impegna Governo, Banca di Italia e Consob a rivedere la normativa secondo standard internazionali globali noti agli investitori di tutto il mondo e non solo in Paesi locali”.

Crisafi ha poi concluso affermando: “E’ nostra intenzione continuare a collaborare con tutti i soggetti competenti per rendere il prodotto immobiliare pronto ed appetibile, con regole che vadano verso la semplificazione mantenendo sempre la trasparenza e premiata la qualità, con una visione dei provvedimenti che continuino ad andare sempre più in una logica di politica industriale dei settori dell’Immobiliare e delle Costruzioni”.