Notizie su mercato immobiliare ed economia

Fiaip: calano le vendite, i prezzi e gli affitti. Ma attenti alla fine del 2012

il report urbano fiaip prevede ulteriore stagnazione nel 1º semestre
Autore: Redazione

La fiaip, federazione italiana agenti immobiliari professionali, ha presentato il suo rapporto immobiliare che fotografa 14 città italiane. A fronte di un deciso calo delle compravendite, dei prezzi e delle erogazioni di mutui, cresce il numero degli affitti. Ma secondo gli agenti immobiliari a fine 2012 ci sarà una ripresa

Il rapporto urbano fiaip descrive un mercato ai limiti della stagnazione, con prezzi in calo (- 6,98% le abitazioni, -9,09% i negozi, - 10,64% gli uffici, - 9,85% i capannoni) e una nuova contrazione del numero di compravendite rispetto all’anno precedente (- 5,94% le abitazioni, - 10,84% i negozi, - 11,07% gli uffici, - 10,30% i capannoni)

Dal report 2011 fiaip si evidenzia una diminuzione generale dei prezzi per le abitazioni in tutte le città, fatta eccezione per Torino (+3,75%), in controtendenza. Il primo premio per la diminuzione dei prezzi degli immobili residenziali va a Bergamo con la punta massima rilevata nella città lombarda del -13,57%. I restanti cali spaziano tra il -3,75% di Siena ed il -11,67% di Palermo, passando tra -5% di Cagliari, -6% di Genova, -6,5% di Napoli, -7,13% di Bologna, -7,5% di Firenze, - 8% di Roma, -8,33% di Avellino, - 8,75% di Salerno, - 10% di Milano e – 10,86% di Venezia

Prospettive


Secondo il report: "il difficile incontro tra domanda ed offerta, già riscontrato nel 2011, produrrà una stagnazione nel numero delle compravendite, almeno per il primo semestre 2012.  Si segnala inoltre come l’incognita sull’applicazione delle aliquote imu da parte dei comuni, e la possibilità dell’ introduzione di un eventuale ulteriore tassa patrimoniale influenzerà il mercato e porterà gli investitori e le famiglie italiane su posizioni attendiste, ove il quadro economico europeo non dovesse stabilizzarsi entro il mese di giugno"

 "Il primo semestre del 2012 sarà caratterizzato da una stagnazione del volume degli scambi e da una continua pressione ribassista. I potenziali acquirenti resteranno in parte alla finestra ed in parte attenderanno tempi migliori riversandosi, momentaneamente, sul mercato degli affitti"

Soltanto nel secondo semestre, a condizione che siano state metabolizzate le politiche fiscali domestiche e sia migliorata la governance economica dell’eurozona, affinché gli istituti di credito possano riversare parte della ritrovata liquidità a favore delle attività produttive e delle famiglie, il mercato riprenderà a funzionare anche perché sarà il maggior tasso di inflazione a sbloccare chi aveva già programmato di investire nel mattone

Dunque secondo fiaip una grave stagnazione nel primo semestre produrra uno sblocco, su prezzi più bassi, nel secondo. Sempre che l'europa faccia il suo dovere

Articolo visto su
(idealista.it/news)

per commentare devi effettuare il login con il tuo account

Commenti

Un report molto ottimista, direi quasi.. Speranzoso!

0 0
Vote up!
Vote down!

Anche gli amici della fiap confermano che non ci sarà ripresa sino a quando i prezzi non saranno scesi. Nel frattempo potrebbero creare sul loro sito una sorta di quotazione immobiliare aggiornata giorno per giorno divisa per zone e tipologia di casa sulla falsa riga
Di quelli dell' omi che purtroppo vengono pubblicati a scadenze semestrali e con notevoli ritardi . Ovviamente tale "borsino
Immobiliare" deve essere predisposto sui valori di vendita concretizzati e non certo sulle aspettative di vendita.

Sarebbe uno strumento molto utile e avvalorerebbe la professionalità degli a.i. Associati alla fiap.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mazzate su mazzate... ora arriva l'IMU!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Si è vero la crisi si fa sentire ma naturalmente nonostante tutto, a meno di aver proprio bisogno, io credo che nessuno venderà una casa ad n prezzo inferiore di quello che ha pagato e purtroppo questo porterà minori investimenti e quindi minore circolazione di soldi ma soprattutto porterà ad aumenti degli affitti perchè ci sarà maggiore richiesta. Certamente chi ha investito nel mattone sperando di fare affari gli è andata male, ma chi ha acquistato, anche se con un muto sulle spalle come la sottoscritta, per le esigenze personali, pur avendo pagato qualcosa in più ha potuto contare su di un mututo della banca, anche abbastanza conveniente. Ora purtroppo con la mancanza di un reddito fisso(sarà monotono come dicono chi prendono 30.000,00 euro al mese) ma a noi poveri mortali anche i 1.200,00 mensili bastavano per vivere, mentre i nostri figli non so che fine faranno anche se hanno tanto di laurea. Io mi sforzo di essere ottimista, ma onestamente proprio non ci riesco e quando sento parlare i nostri grandi economisti che credono di risolvere tutto mi viene proprio da piangere.
Buona fortuna ai nostri giovani e che il Signore li assista

0 0
Vote up!
Vote down!

Questi che hanno, la sfera di cristallo?

0 0
Vote up!
Vote down!

Per quanto riguarda Milano, dove opero, il report e' assolutamente rispondente alla realtà,
Io ho appartamenti in zone tipo viale Molise/viale Padova/lorenteggio dove non riusciamo a vendere anche se siamo su prezzi ribassati fino al 15/20% rispetto ad un paio di anni fa.
Poi ho appartamenti in zone tipo piazza Risorgimento/piazzale Libia/porta romana dove invece si vende, seppur con tempi raddoppiati, a prezzi praticamente invariati ed in alcuni casi aumentati di un buon 5%.
Quindi la media del - 10% mi sembra corretta.
Naturalmente il problema dell'accesso al credito e dello spread ormai molto elevato per avere un mutuo, che accentua il rallentamento e la discesa dei prezzi, colpisce principalmente iimmobili in zone periferiche ed il target di cliente tipo che punta a quegli immobili.
Chi può comprare in zone centrali non ha grandi problemi di questo tipo.
Per quanto riguarda i negozi, facciamo molta fatica a vendere quelli in zone molto commerciali. Gli altri potremmo anche regalarli che non li comprerebbe nessuno.
In questo caso il problema più grosso riguarda la concreta possibilita di ottenere un mutuo su immobili non residenziali. Molte banche non prendono nemmeno in considerazione le pratiche.
Credo che tutto il 2012 sarà caratterizzato da questo andamento e la forbice dell'andamento dei prezzi tra zone centrali e non sarà sempre più aperta, almeno finch'egli le banche ricominceranno a concedere mutui con più facilita e spread meno salati.

0 0
Vote up!
Vote down!

Anonimo n. 4

Ecco puntuale il solito rompipalle rosicone che interrompe una discussione iniziata su livelli decenti

0 0
Vote up!
Vote down!

Qualche cerino che brucia?

0 0
Vote up!
Vote down!

Rispondo ad anonimo n 7:

È inutile sperare in un ritorno dei mutui facili che hanno gonfiato la bolla immobiliare dal 2002 al 2007. La strategia del governo italiano, in perfetta sintonia con la bce è completamente diversa da quella di allora , il prof. Monti lo ripete ogni giorno, l'Italia per salvarsi dalla bancarotta deve assolutamente tornare a crescere. Per crescere devono ripartire i consumi interni per cui il costo dell'abitazione sia sotto forma di mutuo che di affitto non deve superare il 30% del reddito familiare. Per raggiungere questo obbiettivo le banche hanno ridotto il credito sui mutui, il governo a reinserito ici (imu) , e si appresta a rivalutare le rendite catastali inserendo di fatto una patrimoniale permanente. Quando tutto questo sarà a regime l'unico modo per non pagare delle vere mazzate sarà di accettare affitti a canone concordato che in pratica è l'equivalente del vecchio equo canone. I guadagni facili sono finiti, stiamo finalmente tornando un paese normale.

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono pienamente d'accordo con te.
Nella nostra agenzia abbiamo smesso di acquisire immobili fuori prezzo, ma sopratutto di quei proprietari illusi.
Forse l'Italia sta cambiando davvero e non tutti sono contenti.

0 0
Vote up!
Vote down!

Spesso l'estremismo e la faziosità fanno perdere la capacita' di analizzare le situazioni in modo obiettivo.
Rallegrarsi della difficoltà di accesso al credito di privati ed imprese e godere degli spread elevati richiesti dalle banche e' assolutamente incredibile.
Pensare che la crescita del nostro paese sia legata alla diminuzione dei prezzi delle case e criminalizzare sempre il mercato immobiliare come la causa di tutti i mali e' assolutamente miope.
Come non capire che se all' aumento dei prezzi delle case e di moltissime altre cose, successivo all' ingresso dell'euro, fossero aumentati anche i salari, l'impegno finanziario delle famiglie per acquistare casa sarebbe rimasto proporzionalmente uguale a prima.
Come non capire che se le banche non prestano denaro, se non a fronte di garanzie impossibili e costi elevatissimi, le aziende piccole e grandi chiudono per mancanza di risorse finanziarie. Le aziende chiudono ed i lavoratori rimangono a casa senza stipendio e senza denaro per acquistare nulla , ne case ne altro.
Come non capire che se le banche e le finanziarie non prestano denaro ai privati, si fermano i due più importanti mercati italiani che sono le auto e le case con il relativo immenso indotto di aziende e lavoratori.
Come non capire che potranno forse anche giustamente aumentare le tasse sulla casa, ma starà sempre meglio chi le case le ha rispetto a chi le deve prendere in affitto.
I maggiori costi si ribalteranno rapidamente sui canoni di locazione che andranno a pesare ancor di più sull'economia delle famiglie. Pensare che i proprietari diano in affitto i loro immobili per beneficenza e' una utopia.
Come non capire che se la rata del mutuo sarà più alta ci rimetterà non il grande proprietario immobiliare, bensi la famiglia che compra casa per abitarci e che dopo il sacrificio del mutuo avrà anche pesanti imposte da pagare sulla casa appena acquistata.
Da sempre la storia insegna che in momenti di crisi chi sta male va a stare sempre peggio rispetto a chi sta bene, e' ovvio.
Il vero ed unico problema che e' la vera palla al piede della mostra economia sono le tasse che portano via dalle tasche dei lavoratori meta dello stipendio e costringono le imprese a portare il lavoro all'estero chiudendo le aziende italiane.
Smettiamola di pensare che la soluzione di tutti i mail sia il mercato immobiliare. Se non cambia nulla tra un po' la maggior parte delle persone non potrà comprare casa nemmeno alla meta dei prezzi odierni.

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono d'accordo in parte, la vedo più nera, nel senso che la crisi ha detrminato una volta per tutte la fine dello stato sociale.
Monti da burocrate ancora non lo ha capito, e lo scenario venturo sarà terribile, per tutti.

Le banche dovranno assolutamente cambiare strategia, perchè non possono continuamente comprare titoli di un stato che non produce ricchezza e di conseguenza, non è, e non può pagare gli interessi. Vedi grecia.
Ovvero invece di trovarsi soldi si ritrovano i pagherò, carta straccia insolvibile.

I prezzi delle le case scenderanno, cosi gli affitti, ma attenti di conseguenza scenderanno anche le tasse, ovvero l'ici imu, perchè non avranno rapporto con il valore di mercato.

Nessuno ha il coraggio di dirlo ma è la fine di un sistema economico, di uno stile di vita,
All'orizzonte non c'è uno statista che ha idee su come risolvere questo problema.

L'unica speranza per al 2013, quando sto tonto di monti se ritorna a casa e forse potremo sceglierci noi un governo ed un programma politico ed economico, se qualcuno avrà il coraggio di metterci comunque la faccia, altrimenti questi continueranno a tassare a destra ed a manca bruciando quel poco liquido che è rimasto, la stessa giusta lotta all'evasione sta riducendo il contante e di conseguenza non girano più soldi ed economia.

È vero caleranno prezzi delle case ed affitti, ma conseguentemente caleranno anche
Le entrate, e di conseguenza aumenta il debito, non c'è male, bravo monti

0 0
Vote up!
Vote down!

È vero caleranno prezzi delle case ed affitti, ma conseguentemente caleranno anche
Le entrate, e di conseguenza aumenta il debito, non c'è male, bravo monti
----------------------
Magari se calano gli affitti quei soldi possono dare un po' di respiro ai poveri e farli arrivare a fine mese.
Magari se calano i prezzi delle case riprenderanno le compravendite in modo da far girare l'economia e la crescita.
Le entrate di conseguenza aumenteranno, non c'è male bravissimo monti

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono d'accordo in parte, la vedo più nera, nel senso che la crisi ha detrminato una volta per tutte la fine dello stato sociale. Monti da burocrate ancora non lo ha capito, e lo scenario venturo sarà terribile, per tutti. Ricordi un po' male le vicende. Monti ha preso l'Italia sull'orlo (..dentro) del baratro dove ci avevano portati i politicanti di cui parli. Le banche dovranno assolutamente cambiare strategia, perchè non possono continuamente comprare titoli di un stato che non produce ricchezza e di conseguenza, non è, e non può pagare gli interessi. Vedi grecia. Ovvero invece di trovarsi soldi si ritrovano i pagherò, carta straccia insolvibile. Ma lo capisci o no..che la causa principale di questa crisi deriva dal credito facile ed illimitato erogato negli anni passati per tutti..e senza alcun tipo di garanzia? conosco immigrati che hanno acquistato immobili (Roma 2005/2006) con finanziamenti del 120 % avuti grazie alla "complicità" degli intermediari messi a disposizioni da alcune agenzie immobiliari e che non pagano le rate del mutuo da due anni?? sai cosa sono le "sofferenze bancarie"? informati! l'unica speranza per al 2013, quando sto tonto di monti se ritorna a casa e forse potremo sceglierci noi un governo ed un programma politico ed economico, se qualcuno avrà il coraggio di metterci comunque la faccia, altrimenti questi continueranno a tassare a destra ed a manca bruciando quel poco liquido che è rimasto, la stessa giusta lotta all'evasione sta riducendo il contante e di conseguenza non girano più soldi ed economia. Classica mentalità da italiano e ..greco...medio! poi i tedeschi sono ..cattivi!!! è vero caleranno prezzi delle case ed affitti, ma conseguentemente caleranno anche le entrate, e di conseguenza aumenta il debito, non c'è male, bravo monti lagna a ...parte, i prezzi caleranno (e di brutto) a prescindere.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ma veramente Monti ha trovato una pesantissima eredità e non gli darei del "bravo" se cerca di raddrizzarla. Forse bisognava evitare prima di permettere sprechi, e di incoraggiare corruzione, evasione e chi più ne ha più ne metta.
Non so se ce la farà ma perlomeno ci prova.
Vedremo se la cosidetta seconda fase, quella dello sviluppo, potrà realizzarsi o sarà bloccata dalle lobbies (da destra e da sinistra) che non mollano le loro posizioni di privilegio.
Se ci riuscirà in tempi ragionevoli, che non potranno essere inferiori a 3-5 anni, il mercato immobiliare potrebbe riprendere.

0 0
Vote up!
Vote down!

Il post n11 è un delirio completo.CON FRASI CHE ESASPERANO I CONCETTI APPOSTA PER ALIMENTARE UN FLAME. TROLLEGGIO PURO.

Dalla seconda frase:

Rallegrarsi della difficoltà di accesso al credito di privati ed imprese e godere degli spread elevati richiesti dalle banche e' assolutamente incredibile.
------------
Una stretta al credito era auspicabile a dir poco. Hai presente da cosa è stata generata la crisi? i sub-prime?

Fino all'ultima:

Smettiamola di pensare che la soluzione di tutti i mail sia il mercato immobiliare
-------------
Questo non l'ha mai scritto nessuno. Lo penserai tu magari. Qua si sostiene solo che il mercato era in bolla e che si sta pian piano sgonfiando. PUNTO.

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono dati inaffidabili fatti solo per farsi pagare le quete associative (altissime) ,in tema di casa vedi estimi catastali ed imu non sono stati presi in considerazione minimamente questa la dice lunga di quanto possano rappresentare una categoria ,la crisi immobiliare durerà minimo 10 anni .
Firmato il mago

0 0
Vote up!
Vote down!

Passa parola.......grazieèè = dovè che è sEMPRE PRIMAVERA..? Ma alle Canarie Tenerife !! Detta anche la "Miami" d'Europa.......

Svendo /AFFITTO x motivi famigliari Appartamentino in Residence composto da Tinello con divano letto, con cuoci vivande, 1 camera letto, bagno, balcone, con sovrastante Piscina, spazio giochi, solarium con vista panoramica, bar ristoro, in una zona tranquilla ma servita da ogni confort, a solo 700/800 mt dalla passeggiata mare, dal centro Città, dal porto e spiaggia de Los Cristianos a Tenerife dove è sempre Primavera……a 2 passi dalla "Movida" de Las Americas.....x info tel. 0034-644 131777 = Uff. 0034- Mails: carro1959@hotmail.com sig, andrès per conto di Graziano

Oppure : ciano-s@live.it.....

0 0
Vote up!
Vote down!

Vi rendete conto che le case nel 2002 costavano 150000 milioni , nel 2003 150000 euro ,come si fa a pensare in una ripresa del mattone quando le persone non anno piu neanche la speranza di un lavoro sicuro e gli stipendi non sono adeguati ?e i poveri stanno aumentando.è ora di finirla con l'ipocrisia e dire alle persone come stanno veramente le cose

0 0
Vote up!
Vote down!

Sono dati inaffidabili fatti solo per farsi pagare le quete associative (altissime) ,in tema di casa vedi estimi catastali ed imu non sono stati presi in considerazione minimamente questa la dice lunga di quanto possano rappresentare una categoria ,la crisi immobiliare durerà minimo 10 anni .
Firmato il mago

0 0
Vote up!
Vote down!

Passa parola.......grazieèè = dovè che è sEMPRE PRIMAVERA..? Ma alle Canarie Tenerife !! Detta anche la "Miami" d'Europa.......

Svendo /AFFITTO x motivi famigliari Appartamentino in Residence composto da Tinello con divano letto, con cuoci vivande, 1 camera letto, bagno, balcone, con sovrastante Piscina, spazio giochi, solarium con vista panoramica, bar ristoro, in una zona tranquilla ma servita da ogni confort, a solo 700/800 mt dalla passeggiata mare, dal centro Città, dal porto e spiaggia de Los Cristianos a Tenerife dove è sempre Primavera……a 2 passi dalla "Movida" de Las Americas.....x info tel. 0034-644 131777 = Uff. 0034- Mails: carro1959@hotmail.com sig, andrès per conto di Graziano

Oppure : ciano-s@live.it.....

0 0
Vote up!
Vote down!

Ragazzi, ma al di la' di tante belle parole, osservare semplicemente la realtà?

Ma dove sono tutte ste' case con prezzi che calano? Di certo non nelle zone centrali delle citta'. Forse fuori sarà diverso.

Io abito a Bologna e studio da tre anni a Milano allo IED (istituto europeo design). Tre anni fa circa, io e io padre siamo venuti in avanscoperta per capire quali fossero i costi per un piccolo bilocalino vicino allo IED (zona corso xx marzo/cinque giornate) con l'idea di comprare con un mutuo al posto di buttare via cinque o sei anni (o di più se rimarrò a lavorare a Milano come probabile) di affitti.
Siamo rimasti basiti dal fatto che per cinquanta metri in condizioni decenti in uno stabile decoroso non al piano terra non si trovava niente a meno di 250.000 euro.
Un po' scoraggiati abbiamo deciso di ascoltare il consiglio del "consulente" di mio padre che ci ha consigliato di andare in affitto perché i prezzi sarebbero letteralmente crollati nel giro di poco tempo.
Conclusione, fino ad ora abbiamo speso circa 32.000 euro in affitto (900 euro/mese). Nel frattempo la situazione prezzi non e' cambiata di una virgola, ma c'e una bella differenza rispetto a tre anni fa.
A questo punto abbiamo deciso di comprare per evitare di buttare altri soldi, con la differenza che la rata del miglior mutuo mutuo che ci hanno proposto per 100.000 euro in 20 anni e' aumentata del 30 %.

Ripeto, probabilmente in altre zone sarà diverso, ma per chi vive una realtà cittadina quello che leggo mi sembra molto campato in aria.

0 0
Vote up!
Vote down!

Il problema che lega il mercato immobiliare alla crisi italiana è semplicemente quello di aver distratto verso di se quintali di soldi delle aziende che invece di reinvestirli in produttività hanno messo a patrimonio palazzi e appartamenti (che non servono a crescere in una azienda)... ora questo si sconta in Italia, mentre all'estero le aziende in questi ultimi 10 anni si è investito in crescita qui in Italia le aziende sembrano più dei fondi immobiliari che delle società... ma purtroppo con gli immobili non si creano posti di lavoro e soprattutto non si fa ricerca e sviluppo.
Questo è quello che è successo in Italia negli ultimi 10 anni... di pari passo questa corsa al mattone delle aziende ha fatto lievitare i prezzi anche del comparto residenziale a valori insostenibili deprimendo le liquidità delle famiglie quindi minor gettito per il terziario e il commercio, minori tasse per lo stato e per finire... si è bloccato tutto.
Bisogna invertire la rotta, ridare soldi alle famiglie e ripartire i consumi quindi fargli acquistare case a prezzi sostenibili o affitti che gli lascino soldi in tasca da spendere.
Speriamo bene!

0 0
Vote up!
Vote down!

Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza !!! detto da oscar wilde......leggendo tanti di questi discorsi, mi associo ad oscar wilde.......da che mondo è mondo il mattone è sempre stato il miglior invrestimento, anche se per ora e dico solo x ora ha avuto uno stop x via

0 0
Vote up!
Vote down!

.Da che mondo è mondo il mattone è sempre stato il miglior invrestimento,

Ai dixit

Belle le frasi fatte eh? magari qualche ignorante ancora ti crede.

0 0
Vote up!
Vote down!

Mai discutere con un idiota. Ti trascina al suo livello e ti batte con l'esperienza !!! detto da oscar wilde......leggendo tanti di questi discorsi, mi associo ad oscar wilde....... da che mondo è mondo il mattone è sempre stato il miglior invrestimento, anche se per ora e dico solo x ora ha avuto uno stop x via a proposito di idiota!! rileggiti e non fare citazioni che non sono alla tua portata!! l'Italia è popolata da struzzi!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Risposta a no agenzia

Come in tutte le questioni della vita, tra due estremi c'e una via di mezzo che e' sempre la più ragionevole.

Non era corretto finanziare il 120% gonfiando le perizie, ma certo non e' giusto fare cartello (perché e' questo che come al solito stanno facendo le banche) aumentando lo spred di tre punti percentuali in tre mesi.
Le banche stanno semplicemente approfittando della situazione per mettere in cascina un po' di contratti di mutuo con guadagni esagerati rispetto a prima ed in più ti obbligano a fare una assicurazione che incide per il 5% dell' importo erogato sulla quale hanno un guadagno Dell'80%. Ed e' inutile girare perché le condizioni sono praticamente identiche.

Nella crisi economica italiana le "sofferenze bancarie" non hanno avuto alcuna influenza se non marginale. Infatti le nostre banche sono rimaste in piedi da sole con aiuti piccolissimi rispetto ad altri paesi. Ed ora continuano a fare tranquillamente il loro business anche meglio di prima grazie a qualche aiutino si questo governo (nuovi conti correnti obbligatori, aumento delle transazioni con carte di credito e bancomat, etc).

Certo che prendere le parti delle banche e' veramente il massimo. Stai pure tranquillo che le banche stanno molto meglio di quelli a cui mettono all'asta la casa.

Qui ci trastulliamo a discutere di "sofferenze bancarie", prezzi delle case e differenziale sui btp tedeschi, e nel frattempo la nostra economia reale (ripeto reale, quella delle aziende che producono oggetti dando lavoro ad operai ed impiegati) sta chiudendo battenti schiacciata dalla concorrenza sleale di aziende cinesi in Cina ed in Italia, contro la quale nessuno (INPS, asl, sindacati, guardia di finanza, etc) fa nulla.

Se va avanti così avremo tutti molto tempo libero per discutere di argomenti di economia virtuale su blog come questo, mentre qualcun altro si sarà impadronito dell' economia reale e del nostro paese.

A quel punto, i ricchi compreranno ancora arricchendo i nostri nuovi padroni ed i poveri faranno gli schiavi nelle loro aziende.

Per piacere, diamoci una svegliata e cominciamo a tutelare i nostri interessi a casa nostra. Qui si litiga per un motivo molto semplice. Siamo tutti sempre più poveri e Lavoro ce n'e sempre meno. Se tutti lavorassimo con uno stipendio decente probabilmente dei prezzi delle case ce ne fregherebbe molto meno.

0 0
Vote up!
Vote down!

------------
Le banche stanno semplicemente approfittando della situazione per mettere in cascina un po' di contratti di mutuo con guadagni esagerati rispetto a prima
------------
Dici? quello che ho capito io è che le banche sono piene di mutui, ma piene piene.
Hanno paura di saltare come in america.
Quindi?
Non ci pensano proprio a imbarcarsi di nuovi mutui ed è per questo che alzano gli spread: i mutui non te li vogliamo dare!!!
Lo vuoi?
Lo paghi molto più del normale, ma per il 50% max del valore perchè se crolla il mercato io non voglio saltare.

0 0
Vote up!
Vote down!

Come in tutte le questioni della vita, tra due estremi c'e una via di mezzo che e' sempre la più ragionevole ragionevole.. Non era corretto finanziare il 120% gonfiando le perizie, ma certo non e' giusto fare cartello (perché e' questo che come al solito stanno facendo le banche) aumentando lo spred di tre punti percentuali in tre mesi. Le banche stanno semplicemente approfittando della situazione per mettere in cascina un po' di contratti di mutuo con guadagni esagerati rispetto a prima ed in più ti obbligano a fare una assicurazione che incide per il 5% dell' importo erogato sulla quale hanno un guadagno Dell'80%. Ed e' inutile girare perché le condizioni sono praticamente identiche. Il finanziamento spesso e volentieri veniva erogato per "l'intervento" dell'intermediario creditizio in combutta con l'agenzia immobiliare di turno,a scapito della stessa banca (funzionari corrotti da ..licenziare in tronco). Naturalmente non ho alcuna intenzione di difendere le banche che sono tra i responsabili della situazione attuale, ma fanno il loro mestiere e..rischiano capitali. Le agenzie invece che sono tra i maggiori responsabili della degenerazione del settore cosa ...rischiano??? niente ...assolutamente niente!!! si strapagano per delle vere e proprie disinformazioni (mq fasulli, documentazione taroccata ed insufficiente, immobili messi in vendita e mai ..visitati etc). Come vedi le opinioni sono ...differenti! Nella crisi economica italiana le "sofferenze bancarie" non hanno avuto alcuna influenza se non marginale. Infatti le nostre banche sono rimaste in piedi da sole con aiuti piccolissimi rispetto ad altri paesi. Ed ora continuano a fare tranquillamente il loro business anche meglio di prima grazie a qualche aiutino si questo governo (nuovi conti correnti obbligatori, aumento delle transazioni con carte di credito e bancomat, etc). Sai perchè le "sofferenze bancarie" non hanno avuto (per il momento) influenza? per il semplice motivo che le stesse, mettono a bilancio (di previsione) importi non corrispondenti alla realtà. mi spiego meglio..se la banca x ha erogato nel 2007 un mutuo per un immobile valutandolo la cifra y, sui bilanci viene prevista lo stesso importo, ma nella realtà si ha una perdita secca del 40%. Questa percentuale moltiplicala per milioni di euro e vedi che "sofferenze"!! per farti capire meglio la distorsione del settore, negli anni novanta con tassi di interesse che si aggiravano intarno al 15/16 % una famiglia per acquistare un appartamento si indebitava mediamente dai 10 ai 15 anni. Oggi con tassi al minimo storico, per lo stesso appartamento ci si indebita per 25/30 anni.. Come lo spieghi??? (struzzi a parte) Se va avanti così avremo tutti molto tempo libero per discutere di argomenti di economia virtuale su blog come questo, mentre qualcun altro si sarà impadronito dell' economia reale e del nostro paese. La discussione in questo blog è sul settore immobiliare.

0 0
Vote up!
Vote down!

Ecco, mancava l'ultimo dei luoghi comuni sul settore immobiliare!
La colpa dell'aumento dei prezzi e' delle agenzie immobiliari.

Continuate a cercare di colpire il coniglio senza accorgervi che davanti a lui c'e un dinosauro.

La discussione su questo blog e' sul settore immobiliare? Ma fammi il piacere!
L'argomento di discussione era la fiscalità sulla casa, ma come sempre l'avete immediatamente buttata sul solito attacco acido ed invidioso a chi si e' comprato una casa.
Definire questo un blog immobiliare mi sembra un po' pretenzioso. Qui al massimo riuscite a sfogare un po' delle vostre frustrazioni.

0 0
Vote up!
Vote down!

Torno a ripetere quanto ho affermato in altri post: qui tutti sembrano che abbiano la palla di vetro, la soluzione bella e pronta in tasca; balle!
Indubbiamente la ripresa economica,in toto, così come profetizzata alla fine del 2012, ma anche del 2013, mi sembrerebbe molto ottimistico. Devono ancora crearsi dei cambiamenti in Italia ed almeno in europa. Riguardo ai prezzi, invece, io non penso affatto che sia possibile una totale e brutale svalutazione del bene immobiliare, troppi fattori legati e concatenanti. Inoltre i ns. Prezzi non sono assurdamente gonfiati, non ragionate ancora in lire (purtroppo) ormai dobbiamo ragionare in euro, rapportarli ai prezzi europei ma con i giusti e corretti parametri, e poi tutto cambia da zona a zona, città da città. le stesse auto, più di tanto non calano, e quelle lussuose sono praticamente rimaste invariate, le barche non vengono regalate e così via per tutto il resto. Un kg. Di mele che magari costava £500 o£1000 al kg (di media) ora costa 1 o 2 (e più) euro al kg e credete che tornerà a 25 centesini? E la benzina? E le multe, le tasse, le bollette,le accise,i bolli ,ecc. Si pagano in euro, pensate che si sgonfierà questa bolla al rialzo dei balzelli che strapaghiamo in euro? (Divertitevi a confrontare quanto pagate ora in euro qualsiasi cosa e quello che paghevate in lire) certo ci saranno pure case più o meno svendute, è logico, ma lo zoccolo duro non potrà crollare molto, aggiustamenti più o meno "concreti", ma in qualche raro caso pure piccoli aumenti.
Certo i ns. Governanti, mega-dirigenti e grandi imprenditori vorrebbero il crollo degli stipendi dei dipendenti, magari a 500 euro al mese, ma poi le pensioni (già misere) come si pagano? Il problema non è tanto nelle case, ma delle spese pazze fatte e che ancora continuano, nell'ambito politico, militare, istituzionale e finanziario (aiuto indebito alle banche) Dobbiamo ridurre i costi, compresi quelli inutili della burocrazia, dobbiamo produrre ricchezza e far entrare più soldi da fuori della ns. Casa, no rubarceli tra di noi, che sempre quelli sono! Altrimenti facciamo come successo a quel contadino che proprio quando aveva abituato il suo asino a lavorare senza mangiare......questo gli è improvvisamente morto.
Cari amici, le pecore si tosano, non si uccidono!!!!!!!

0 0
Vote up!
Vote down!

Anonimo n. 24

Forse non hai letto bene quello che ho scritto. Eppure mi sembrava molto chiaro.
Stavo parlando di Milano.
Visto che sei così superiore ed hai tempo da perdere, mandami un link per un appartamento di 50/60 mq con le seguenti caratteristiche, che costi meno si 250.000 euro
- Milano zona cinque giornate
- Stabile decoroso
- Piano intermedio/alto
- Ascensore
- Ristrutturato o comunque in ottime condizioni

Tieni logicamente conto che, come noto, la maggior parte degli annunci delle agenzie immobiliari dichiarano una superficie commerciale molto superiore al reale e condizioni interne molto miglioi del reale.

Buon lavoro!

0 0
Vote up!
Vote down!

Hai parlato di zone centrali delle città.
Bologna è una città? e Napoli? e Bergamo?
Là i cali sono evidenti anche in centro.
Per quanto concerne Milano devi solo aspettare ancora.
In periferia i cali ci sono stati e continuano, ti riporto un post di un amico ai:
------
Per quanto riguarda Milano, dove opero, il report e' assolutamente rispondente alla realtà,
Io ho appartamenti in zone tipo viale Molise/viale Padova/lorenteggio dove non riusciamo a vendere anche se siamo su prezzi ribassati fino al 15/20% rispetto ad un paio di anni fa.
Poi ho appartamenti in zone tipo piazza Risorgimento/piazzale Libia/porta romana dove invece si vende, seppur con tempi raddoppiati, a prezzi praticamente invariati ed in alcuni casi aumentati di un buon 5%.
Quindi la media del - 10% mi sembra corretta.
-----

Al centro arriveranno dopo come sempre.
Mica siamo alla fine del ciclo. Conta che questo ciclo durerà minimo 8 anni e siamo appena all'inizio del 4.
Se poi vuoi comprare adesso fallo nessuno te lo impedisce.
---
Ti consiglio il sito immobilio.it dove c'è un forum di soli ai. In modo da capire il sentiment ti riporto questo:

Come si deve fare per farlo capire ai venditori ? E' diventato impossibile lavorare, la risposta è quasi sempre la stessa :" o vendo a questa cifra oppure aspetto che riprenda il mercato!" Stamani mi hanno proposto un immobile a 550.000 euro, ammuffito, in campagna, scomodo da raggiungere, scomoda come struttura, non indipendente. Prezzo massimo mio stimato 400.000 euro non un soldo di più.ebbene non mi sono neanche permessa di dire la mia perché già qualcun altro lo ha valutato 500.000 euro... ma perchè quest'altri non aprono un'impresa di pompe funebri e lasciano lavorare nel campo immobiliare le persone serie che capiscano qualcosa?
-----

Ergo?
I prezzi sono super pompati.

Ciao

0 0
Vote up!
Vote down!

Si va beh, ma qui siamo alla follia totale.
Stai a vedere che adesso ci dobbiamo preoccupare per le banche!

C'e già qualcuno molto più in alto di noi che se ne preoccupa.

Un esempio?
Nella prima bozza del cosiddetto decreto salva Italia era previsto per le banche che non potessero più imporre quelle belle assicurazioni sulle quali guadagnano un sacco di soldi approfittando del ricatto: o così o niente mutuo.

E poi, guarda un po', nella stesura definitiva questo divieto e' magicamente sparito sostituito dall' obbligo di fornire almeno due preventivi.
Ridicolo. Vuoi il mutuo? Devi fare per forza la nostra assicurazione x? Ma non ci sono alternative? Si, c'e la nostra assicurazione y.

Povere banche!
Non l'avevo mica capito che il vero problema del nostro paese fosse tutelare ed aiutare le banche.
Come? Banca intesa ha evaso tasse per 286 milioni di euro?

Fanno bene a trattarci come pecore, perché siamo pecore. Tutti contenti perché controllano gli scontrini da un euro dei bar e poi c'e gente che si preoccupa delle banche. I più grandi truffatori e ladri della società.

E' veramente comico!

0 0
Vote up!
Vote down!

Fammi capire? vorresti farle fallire le banche?
Ahahah
Che simpatico

0 0
Vote up!
Vote down!

Hai ragione anonimo 31, siamo tutti scemi, ma proprio tutti. Abbiamo il cervello cotto, ci derubiamo e litighiamo tra di noi, siamo contenti se il nostro vicino cade in disgrazia, anche se non è in competizione con noi e non ci danneggia in nulla. Solo per il gusto di vederlo rotolare nella polvere, così non vediamo che siamo caduti pure noi e rotoliamo già nella polvere.
Che popolo insulso siamo!

0 0
Vote up!
Vote down!

Non tutti e non solo noi per fortuna. Godere delle disgrazie altrui è un bieco sentimento, ma non è una esclusiva degli italiani.

0 0
Vote up!
Vote down!

Grande la citazione di Oscar wilde.

Idioti e pecore.

C'era un signore che diceva:

Governare gli italiani non e' impossibile, e' inutile.

Vi rimbambiscono con i telegiornali pilotati e non sapete più usare il cervello per capire che ce lo abbiamo in quel posto anche più di prima.
Hanno già beccato anche in questo governo gente che compra case in centro a Roma a prezzi ridicoli, altri che vanno in vacanza tutto gratis, altri che prendono in giro i giovani laureati e poi sono raccomandati fin da bambini.

Ma che importa? E' il governo dei tecnici! Ci stanno salvando dal baratro!

Come? Ci hanno massacrato di tasse? Hanno massacrato le pensioni? Ha no salvato i soliti noti? Vogliono cancellare ogni tutela sul lavoro?

Ma che importa? E' il governo dei tecnici! Mica sono politici!

Continuate a parlare delle case e dei peezzi finche' avete un tetto sulla testa. Poi quando
L'unica casa che potrete comprare sarà quella del gatto, chiamateci tecnici.

0 0
Vote up!
Vote down!

E' il governo dei tecnici! Ci stanno salvando dal baratro!
--------------------------------
Meglio fare la fine della grecia allora. Via monti. Vogliamo caderci nel baratro subito.

0 0
Vote up!
Vote down!

Governare gli italiani non e' impossibile, e' inutile. Se vuoi ho un balcone che da su piazza...Venezia!

0 0
Vote up!
Vote down!

Per anonimo 32

Siamo all'inizio si un ciclo che durerà almeno otto anni? Siamo solo al quarto?

A parte che le stesse cose me le avevano dette tra anni fa quando ho deciso di non comprare, ma la domanda e': ma voi che sparate queste sentenze con tanta sicurezza, chi siete? Maghi, veggenti?

Dato che prevedere il futuro e siete così certi, sarete tutti miliardari, non come me che cerco di barcamenarmi tra informazioni contrastanti.

L'altra domanda e: ma allora che ci fate a perdere tempo sul web al posto di stare in panciolle alle Maldive?

0 0
Vote up!
Vote down!

Dato che prevedere il futuro e siete così certi, sarete tutti miliardari, non come me che cerco di barcamenarmi tra informazioni contrastanti.
-------------------------
Sono i più grandi economisti della storia che ce lo hanno detto.
I cicli durano anni e la dimostrazione ce la da la storia.
----------------------
L'altra domanda e: ma allora che ci fate a perdere tempo sul web al posto di stare in panciolle alle Maldive?
-----------------------------
Semplice. Lo sai quanto è lo stipendio di un ricercatore universitario?
Il tempo poi lo volete perdere voi. Se state qua in un forum a parlare di della svalutazione delle case ci sarà un motivo. Nessuno vi obbliga a restarci.

0 0
Vote up!
Vote down!

Bene bene, venditori attendisti sempre più nervosi, nei prossimi mesi quando il panico avrà il sopravvento ne vedremo delle belle.

0 0
Vote up!
Vote down!

0 0
Vote up!
Vote down!

0 0
Vote up!
Vote down!

0 0
Vote up!
Vote down!

Io non svendo, non ne ho bisogno e posso pagare pure l'aumento di tasse, mi spiace per i miei clienti e per i miei inquilini che dovranno pagarmi tutto questo.
Inoltre sono strutturato con un ufficio legale a prova di furbi che lavora molto per le mie attività e che una parte dei suoi introiti sono direttamente correlati ai positivi risultati raggiunti (conta anche la tempistica, ovvio), gli altri evidentemente, no!
Se questa è una guerra, vince chi è organizzato per combatterla e chi resiste a lungo.

0 0
Vote up!
Vote down!

Io non svendo...

E chi se ne frega, saranno i tuoi vicini di casa o quartiere a svendere. Ancora qualche mese e ci Sara la corsa al compratore, intanto tu resisti, mi raccomando non mollare, bravo, tieni duro, sei un grande.

0 0
Vote up!
Vote down!

I 6 motivi per cui i prezzi delle case torneranno quelli pre-euro indipendentemente dalla crisi economica :

1 imu al 10,6 sulle seconde case
2 impossibilità di dichiarare residenze fittizie in base al proprio nucleo familiare
3 rivalutazione degli estimi in base ai mq, zone di pregio e valori di mercato
4 verifiche fiscali per acquisti che non siano compatibili con il reddito dichiarato
5 tracciabilità dei pagamenti
6 restrizione del credito finalizzato all'acquisto di immobili

0 0
Vote up!
Vote down!